Halo for Dummies, Episodio 2: La Seconda Trilogia

Halo-2-Anniversary-Logo

Bentornati a Halo for Dummies, una serie di articoli dedicati al mondo dei romanzi di Halo (e realizzati in collaborazione con gli esperti di 17K Group) che ci porterà nel passato per ripercorrere fino ai giorni nostri l’evoluzione letteraria della saga stessa!

Halo non è solo un videogioco di successo: è anche un vasto universo narrativo e letterario che merita assolutamente di essere scoperto… Il primo appuntamento è stato con la Prima Trilogia, oggi invece prenderemo in considerazione la successiva serie di libri, la Seconda Trilogia!

Halo: Ghost of Onyx (I Fantasmi di Onyx), Halo: Contact Harvest (Contatto su Harvest) e Halo: The Cole Protocol (Il Protocollo Cole) , ai quali aggiungiamo Halo: Evolutions, una raccolta di racconti pubblicata nello stesso arco temporale.

fronte-cover36

Al contrario della Prima Trilogia che copriva le vicende precedenti, contemporanee e successive a Halo: Combat Evolved, la Seconda Trilogia non segue un filone preciso ma anzi spazia lungo archi temporali decisamente distanti. Ciò permette di esplorare vicende non trattate dai giochi ed espandere così l’universo narrativo della saga. Un altro fattore notevole è che Master Chief non appare mai come protagonista in nessuno dei libri, in questo modo si da maggior risalto anche a tutti quei personaggi secondari o comprimari che popolano l’universo di Halo.

L’elemento da sottolineare è che Halo esiste anche senza la sua figura più nota, l’Universo Espanso è vivo in egual maniera anche senza lo Spartan 117. Halo: Ghost of Onyx, uno dei più amati dai fan, si può considerare il seguito di First Strike.

fronte-cover17

Ambientato durante gli eventi di Halo 2, narra le vicende del Blue Team che, mentre Master Chief combatte su Delta Halo, si avventura sul remoto pianeta Onyx, sede di un segretissimo programma militare UNSC: il Programma SPARTAN III. Ma Onyx non è solo una remota colonia e nasconde dentro di sé un antico e potente segreto…

fronte-cover24

Uno dei libri più interessanti dal punto di vista della lore è senza dubbio Halo: Contact Harvest. L’anno è il 2524 e l’umanità è scossa da una sanguinosa guerra civile.

Il Sergente Avery Johnson viene inviato ad addestrare delle unità di marine sulla lontana e pacifica colonia Harvest, in caso l’Insurrezione si estendesse fino alle colonie più remote. Tuttavia il piccolo pianeta agricolo finisce sulla rotta di una misteriosa nave aliena… È l’inizio del periodo più buio della storia dell’umanità, l’inizio della guerra contro il Covenant. Contact Harvest ci da per la prima volta uno sguardo approfondito sia sulla società umana prima del conflitto ma soprattutto su che cos’è l’Alleanza Covenant, come funziona, chi sono i suoi membri, in che cosa credono… Vivrete i Covenant come mai prima d’ora!

fronte-cover31

Halo: The Cole Protocol ha come protagonista una figura storica molto amata dai fan: il giovane Tenente Jacob Keyes che, nel 2534, si ritrova a compiere una delicata missione dietro le linee nemiche. Tra una squadra di Spartan, una colonia di ex Insurrezionisti scampati alla distruzione del loro mondo, dei pirati Kig-Yar e un Sangheili, Thel’Vadam, forte e determinato, in missione per conto dei Gerarchi l’azione e le sorprese non mancano mai in questo libro, che affonda le sue radici nell’origine del famigerato Protocollo Cole, ideato per impedire al Covenant di risalire alla posizione della Terra…

L’ultimo libro che abbiamo deciso di prendere in considerazione è Halo: Evolutions che, nonostante non faccia parte della Seconda Trilogia, è una raccolta di racconti pubblicata dopo Il Protocollo Cole e prima della trilogia successiva. Il fatto di contenere una collezione di racconti brevi con i protagonisti e le vicende più disparate e diverse la rende perfettamente in linea con lo spirito della Seconda Trilogia. Evolutions ci porta ancora una volta a scoprire il lato più umano di tutti coloro che vivono e agiscono nell’Universo di Halo: uomini e donne, eroi e vigliacchi, ODST e Spartan, Agenti dell’ONI e semplici marines che combattono ogni giorno per difendere la Terra, la fame insaziabile del Flood, la macchina da guerra Covenant, i rimorsi di un Generale Sangheili a guerra finita… Mille sfaccettature diverse dello stesso Universo racchiuse in un unico volume.

La Seconda Trilogia compie un passo in avanti rispetto alla precedente dal punto di vista stilistico e dei contenuti. Mentre nei primi tre libri si predilige uno stile più semplice e vicende ricche d’azione, nella Seconda Trilogia all’azione viene affiancata la descrizione e l’immersione all’interno di un Universo vivo e pulsante. Non più soltanto Supersoldati e Alieni cattivi ma anche tutto ciò che gira attorno a questa guerra, combattuta non solo dagli Spartan ma anche da uomini e donne molto più semplici. Più umani.

Personaggi diversi e mondi distanti ricchi di incredibile fascino fanno da padrone in questa seconda saga. Dalla potenza degli Spartan in Ghost of Onyx, all’inevitabile precipitare degli eventi verso la catastrofe in Contact Harvest fino alla disperata missione di preservare a tutti i costi il Protocollo Cole nell’omonimo romanzo, la tensione e la lotta disperata fino all’ultimo istante sono il filo conduttore comune della Seconda Trilogia.

Dopo aver analizzato temi e contenuti, è giunto il momento di dire qualche parola sugli autori. Halo: Ghost fo Onyx è la terza ed ultima fatica di Eric Nylund, che conclude quella che viene chiamata dalla commuity la Trilogia di Nylund, comprendente Fall of Reach, First Strike e, per l’appunto, Ghost of Onyx.

Questa sotto-trilogia è di fatto l’epopea degli Spartan-II, dalla loro creazione fino alla fine della Guerra, che ripercorre passo dopo passo l’avventura epica del Blue Team, la squadra di Master Chief. Nylund è stato senza dubbio l’uomo che maggiormente è stato in grado di rendere l’idea di Spartan, e forse il più capace nel descrivere le devastanti battaglie che hanno insanguinato la galassia durante la guerra contro il Covenant.

13adf2ca34739abb8cb3d09d94fdc8dc

Il libro venne pubblicato il 31 ottobre 2006, due anni dopo il rilascio di Halo 2 e rappresenta un’ulteriore maturazione letteraria di Nylund. Halo: Contact Harvest è stato invece scritto da Joseph Staten e pubblicato il 30 ottobre 2007. Il romanzo è stato molto apprezzato dalla critica ed è rimasto ai vertici delle classifiche Best Seller del New York Times per diverse settimane. L’autore, Staten, è stato il lead writer e il cinematic director per Bungie Studios durante i lavori ai primi tre capitoli di Halo e il suo apporto alla creazione dell’Universo è enorme, pochi meglio di lui potevano essere più adatti a scrivere questo romanzo. Staten dopo diversi screzi con Bungie ha abbandonato il progetto Destiny ed tornato a lavorare su Halo, una notizia che farà felice qualsiasi amante della lore della saga. L’ultimo libro della trilogia, Halo: The Cole Protocol, è stato invece scritto da Tobias S. Buckell ed è stato pubblicato il 25 novembre 2008. Buckell è uno scrittore di fantascienza inglese che ha collaborato negli ultimi anni anche con Microsoft. Halo: Evolutions, invece, è stato pubblicato il 24 novembre 2009 e contiene 11 racconti di scrittori diversi. Per citarne alcuni troviamo i già citati Eric Nylund e Tobias Buckell, il Direttore del Franchise di Halo Frank O’Connor, l’affermata e famosa autrice sci-fi Karen Traviss.

Se la Prima Trilogia rappresenta le fondamenta, ancora forse acerbe, della saga, è nella Seconda Trilogia che l’Universo Espanso si consolida e si rafforza come un’entità valida e forte. La maturazione dei temi, uno stile indubbiamente più maturo ed evoluto, la varietà degli eventi e dei personaggi sono i grandi punti di forza della Seconda Trilogia.

Gettate le fondamenta anche il corpo portante dell’edificio è stato costruito. È tempo per l’Universo di Halo di continuare a crescere verso nuove vette…