Nel cuore di Milano per arrivare alla radice del Male. L’anteprima de La crociata dei Bambini

lcdb_fronte

Iniziare l’anno con le pagine del nuovo romanzo di Tullio Avoledo ambientato nell’Italia del 2033 è il nostro augurio per un bel 2014 a tutti voi.

In questi giorni che seguono al tepore delle feste di Natale e Capodanno ci piace immaginarvi attapirati sul divano a guardare un film di STAR WARS, oppure a giocare seduti al vostro Pc o con il vostro videogioco preferito alla vostra console oppure a leggere l’ultimo dei nostri libri (chi ha preso la Bugia di Natale?) .

Allora fate una pausa e leggete l’inizio di questo nuovo libro, La Crociata dei Bambini di Tullio Avoledo, che apre il mondo post apocalittico di Metro 2033 di Dmitry Glukhovsky all’Italia arricchendone l’universo con nuovi personaggi (questa volta molto giovani!) e nuove storie.

“Io ho altre pecore, che non sono di quest’ovile”

Vangelo di Giovanni, 10:16 

In un mondo piombato nelle tenebre dell’inverno nucleare, una luce ridesta dal torpore e dalla paura i sopravvissuti della metropolitana di Milano, la cui stessa esistenza nell’ombra è minacciata da un nemico potente e crudele, i Figli dell’Ira. 

John Daniels, il sacerdote già protagonista del precedente Metro 2033 – Le radici del cielo, dovrà cercare, fra le comunità che popolano la metro milanese, nuovi alleati per la sua crociata contro il Male: dai Bambini Sperduti di Bonola ai sorprendenti Chinos, ai primitivi Alberti, fino all’alleanza più strana e difficile da ottenere, quella con le Creature delle Tenebre che presidiano il Duomo, trasformato in qualcosa che sfida la ragione umana. Il viaggio di padre Daniels e dei combattenti che riuscirà a reclutare lungo la strada non finisce nei tunnel sotterranei ma punta al cuore stesso del Male, alla Stazione Centrale trasformata in sinistra fortezza, dove i Figli dell’Ira hanno il loro quartier generale e avverrà la drammatica resa dei conti finale.

Personaggi come i due esploratori Daniela e Vagante, il soldato Sergio Crismani e il rabbino Samuel rimarranno impressi, con le loro storie e il loro coraggio, nella memoria dei lettori, così come il misterioso “Monaco” che ha seguito – o forse ha portato… – John Daniels tra le rovine di Milano.

“Quello che usiamo adesso, aveva detto Vagante, è solo un’energia simbolica. Quella invece era vera: capace di bruciarti come un fulmine. C’era in tutte le case, era dentro i muri. Era come la forza che ci scorre nelle vene, sotto la pelle. L’energia era il vero dio di quei tempi. Fu l’energia a crearli, e fu l’energia a distruggerli.”

Realistico e pungente, vero per quanto fantascientifico, Tullio Avoledo questa volta attinge a tutto il suo background da videgiocatore ed alla sua anima da eterno ragazzo per  scrivere questo nuovo capitolo dell’universo di Metro 2033 in Italia e promette di appassionare giovani e maturi lettori!

LA CROCIATA DEI BAMBINI sarà disponibile a fine marzo. Intanto vi lasciamo un’anteprima da SCARICARE e leggere tutta d’un fiato. 

Fateci sapere se vi piace commentando su Twitter (#lacrociatadeibambini) e Facebook.

Buona lettura!