Per celebrare i 10 anni dalla prima pubblicazione, abbiamo riunito in un unico volume i pilastri dell’universo letterario di METRO.

Metro 2033, Metro 2034 e Metro 2035 di Dmitry Glukhovsky finalmente insieme in edizione da collezione, per intraprendere un viaggio unico negli antri della Metro di Mosca e poi… fino in superficie.

Un’edizione imperdibile per chi ama la letteratura distopica e che hanno amato i tanti prodotti di intrattenimento che questo universo ha generato: libri, videogiochi, fumetti e giochi da tavolo.

Metro 2033, nato dalla mente del brillante autore russo classe 1979, è diventato un fenomeno di intrattenimento contemporaneo inarrestabile.

 

E ora, benvenuti nella Metropolitana di Mosca. Non sarà facile riemergere dalla lettura.

L’anno è il 2033 e il mondo è ridotto a un cumulo di macerie. L’umanità è prossima all’estinzione e, a causa delle radiazioni, i pochi sopravvissuti sono costretti a vivere nei sotterranei della Metropolitana di Mosca, ignari del destino del resto del mondo.
In superficie, l’uomo è stato sostituito da altre forme di vita, mutate dalle radiazioni e più idonee a vivere nella nuova e arida Terra.
Le stazioni della Metro si sono trasformate in piccoli stati, ciascuno con un suo modello politico, sociale e culturale.
È un mondo senza domani, senza spazio per la speranza. I sentimenti sono stati sostituiti dal bisogno di sopravvivere, sempre e ad ogni costo.
Mentre questo nuovo microcosmo si consolida, una minaccia inaspettata si manifesta agli abitanti della stazione più a Nord, VDNKh una volta la più grande e bella e nel 2033 la più sicura.
Il protagonista della nostra storia è il giovanissimo Artyom, il prescelto per addentrarsi nel cuore della Metro, fino alla leggendaria Polis, per avvisare tutti dell’imminente pericolo e ottenere aiuto. È lui ad avere le chiavi del futuro nelle sue mani, dell’intera Metro e probabilmente di tutto il genere umano.
Leggere l’intera saga regalerà la consapevolezza e il gusto di capire la crescita, l’evoluzione e la straordinaria profondità dei personaggi e delle atmosfere che Glukhovsky ha costruito nel corso degli anni, costruendo un mondo in cui perdersi.

Il libro sarà disponibile in due colorazioni, con taglio colore rosso o nero, che saranno distribuite casualmente nelle librerie.

 

METRO 2033

Mosca, anno 2033: a vent’anni da una guerra atomica che ha devastato il mondo conosciuto, dando origine a terrificanti nuove specie che si contendono la superficie del pianeta, quel che resta della popolazione sopravvive nelle profondità della Metropolitana, dove ogni stazione accoglie una comunità e somiglia a una città-stato. In questo nuovo ordine del mondo, il giovane Artyom, ventenne cresciuto nella Metro, dovrà imbarcarsi in un viaggio sconvolgente, carico di avventure e colpi di scena, in cui, suo malgrado, sarà lui a decidere il destino dell’umanità.

 

METRO 2034

È passato un anno dagli eventi che hanno visto come protagonisti Artyom e i Tetri, e la vita nella Metro diventa sempre più difficile e complicata. Nuovi personaggi, collegati alla stazione della Sevastopolskaya, piccola fortezza isolata che dovrà fare i conti con mostri e misteri al di là delle sue forze, si intrecciano a eroi già noti, mentre Sasha, una giovane donna reietta, introdurrà nella storia l’importanza dell’amore, perfino in un mondo dove soltanto la sopravvivenza sembrerebbe contare.

 

METRO 2035

La sopravvivenza di quelli che potrebbero essere gli ultimi esponenti della civiltà e della specie umana, nascosti come ratti nelle profondità della Metropolitana di Mosca, viene ulteriormente minacciata dallo scoppio di epidemie e da conflitti ideologici sempre più accesi. Il giovane Artyom, a due anni dal suo primo viaggio per la salvezza dell’umanità, si troverà di nuovo ad affrontare pericoli senza nome e terribili dubbi, nel tentativo di riconquistare un mondo di superficie che agli uomini non appartiene più.