Tullio Avoledo e Dmitry Glukhovsky a Biennale Democrazia 2015!

Biennale_democrazia_Torino

Torna Biennale Democrazia, la manifestazione culturale torinese dedicata alla cultura democratica e giunta ormai alla quarta edizione, dall’evocativo titolo Passaggi.

Per l’occasione Torino ospiterà per cinque giorni, dal 25 al 29 marzo, una serie di iniziative, esposizioni e appuntamenti pubblici per promuovere la democrazia in ogni aspetto della società e della cultura.

Cliccando qui potrete sfogliare il comunicato ufficiale, mentre qui troverete una simpatica infografica riassuntiva!

Tra i vari incontri programmati all’interno della manifestazione non possiamo che segnalarvene uno in particolare, e siamo sicuri che farete di tutto per esserci…

L’Aula Magna Cavallerizza Reale in Via Verdi 9 ospiterà infatti il dibattito intitolato Station to Station. Fra Letteratura e Videogioco a partire dalle ore 21:00 di venerdì 27 marzo, e come ospiti d’onore troverete una coppia di fantastici autori di nostra conoscenza: Tullio Avoledo e Dmitry Glukhovsky!

metro-2033-glukhovsky-le-radici-del-cielo-avoledo-multiplayer-it-edizioni-586x432

 

Oggetto della discussione sarà la “narrazione transmediale“, e verranno esplorate le possibilità delle storie di trascendere i confini dei vari media.

Decisamente pane per i nostri denti, non trovate?

E chi meglio di Dmitry Glukhovsky per  parlare di un simile argomento?

L’autore russo ha infatti dato vita ad un fenomeno di portata mondiale col suo romanzo postapocalittico Metro 2033, in grado di generare numerosi sequel e spin-off tradotti in 35 paesi e  due trasposizioni videoludiche di enorme successo.

Il fenomeno Metro 2033 ha toccato anche l’Italia grazie anche ai due romanzi spin-off realizzati da Tullio AvoledoLe Radici del Cielo La Crociata dei Bambiniche abbiamo pubblicato rispettivamente nel 2012 e 2014.

Insomma, si tratterà di un’occasione unica per incontrare due grandissimi autori e scoprire come nasce un fenomeno transmediale in grado di far impazzire lettori e videogiocatori in egual misura!

2035y

 

Approfittiamo dell’occasione anche per rispondere ad una delle domande che ci vengono poste con maggior frequenza: ovviamente sentirete ancora parlare di Metro 2033 e di entrambi gli autori!

Oltre a Futu.re, romanzo distopico ambientato in una Terra sovraffollata e popolata da immortali, possiamo confermarvi che abbiamo in cantiere proprio il titolo che tutti voi lettori chiedete a gran voce… METRO 2035!

Ma questa è una storia per un altro giorno.

(Si, siamo perfidi, lo sappiamo).

Per il momento, non possiamo che invitarvi caldamente a partecipare all’incontro di venerdì 27 e a visitare il più possibile la Biennale Democrazia, una grande manifestazione che merita assolutamente il successo avuto in questi anni.

Portate con voi una copia di Metro 2033 Le Radici del Cielo, cercate di ottenere un autografo, e approfittate dell’occasione per parlare a tu per tu con due giganti della narrativa fantastica moderna.

Buon divertimento!

#TeamSega VS #TeamNintendo: Voi da che Parte State?

9788863553093-front-685x1024

La guerra è alle porte!

Come ormai saprete il saggio di cultura videoludica Console Wars uscirà proprio questa settimana, per la precisione giovedì 26 marzo, e noi non stiamo più nella pelle!

Questo fantastico volume scritto da Blake J. Harris (a proposito, avete letto l’intervista con l’autore pubblicata la scorsa settimana?) narra con stile romanzesco l’ascesa di Sega e lo scontro col colosso Nintendo nei primi anni ’90.

Non fu la prima Console War, e non fu di certo l’ultima (l’attuale scontro tra Sony e Microsoft va avanti da più di dieci anni!), ma in quanto ad importanza non ebbe eguali.

Mario contro Sonic.

Super Nintendo contro Sega Genesis/MegaDrive.

America contro Giappone.

Fratello contro fratello.

Un ferocissimo scontro a 16 bit, combattuto a suon di marketing e pixel, che si estese fin dentro ai salotti, nelle classi e nei centri commerciali, in un’epoca in cui l’industria per console casalinghe era ancora un vero e proprio Far West dove le regole venivano continuamente create (e infrante).

 

j65iu

 

Genesis aveva dalla sua una serie di campagne marketing estremamente efficaci, una selezione di giochi più “maturi”, un atteggiamento più spigliato e un prezzo più abbordabile; Nintendo, d’altro canto, dominava comunque il 90% del mercato, e continuava a produrre giochi di qualità a ritmo sostenuto, alcuni dei quali ormai considerati classici.

Potrete ripassare (o scoprire, a seconda della vostra età!) ogni fase della Console War più importante di sempre leggendo Console Wars, naturalmente.

j65kr

In attesa dell’uscita del libro, vorremmo farvi una semplicissima domanda:

Voi da che parte state?

Eravate presenti durante lo scontro tra Super Nintendo e Sega Mega Drive, negli anni ’90? O avete provato le console (e le relative esclusive) più avanti nel tempo?

Cosa vi è rimasto più impresso? Quali erano i vostri giochi preferiti?

Vi ricordate di chicche come questa pubblicità del MegaDrive con Jerry Calà, lo spot Sega durante Bim Bum Bam, o la classica pubblicità “Tutto il Resto è Game Over” per lo SNES?

Insomma, era meglio Mario o era meglio Sonic?

maxresdefault

Fatecelo sapere (anche e soprattutto nei social network!) usando gli hashtag #ConsoleWars, #TeamNintendo e #TeamSega!

Portiamo il dibattito in giro per la Rete e confrontiamo un po’ i nostri ricordi, che ne dite? ;)

(PS: oltre a consigliarvi la nostra intervista esclusiva con l’autore Blake J. Harris, vi proponiamo questo video che sarà utilissimo per calarsi nell’atmosfera delle Console Wars. Buona visione!)

Intervista Esclusiva con Blake J. Harris, autore di Console Wars!

bjh

Siete pronti per una nuova, incredibile Intervista Ufficiale?

L’ultima volta avevamo fatto quattro chiacchiere con Wayne Gladstone, autore di Internet Apocalypse, e per continuare la tradizione abbiamo “interrogato” un altro grande autore con un libro in dirittura d’arrivo!

L’ospite di oggi è Blake J. Harris, che si appresta ad affascinare lettori, nerd e videogiocatori italiani con la sua rocambolesca ricostruzione di una delle Console Wars più celebri: quella tra Nintendo e Sega nei primi anni ’90!

Avevamo già presentato il libro qualche mese fa: avremo occasione di riparlarne per bene la prossima settimana, per accompagnarne a dovere l’uscita (prevista per il 26 marzo in tutte le migliori librerie!).

Per ora lasciamo la parola all’autore, che ci ha gentilmente concesso un po’ del suo preziosissimo tempo per rispondere alle nostre domande!

 

9788863553093-front-685x1024

 

  • E’ un piacere averti qui con noi sul blog di Multiplayer.it Edizioni, Blake! Cominciamo con una domanda ovvia… sei un “sopravvissuto” della Console War degli anni ’90. Qual è il tuo ricordo a 8-16 bit più caro di quel periodo? Quali erano i tuoi giochi preferiti?

Anche se si trattava di un’epoca piena di grandi giochi e fantastiche console, il mio ricordo più caro riguarda mio fratello. Ha due anni meno di me e a quei tempi non andavamo per niente d’accordo, TRANNE quando giocavamo insieme ai videogames. All’interno del mondo di gioco eravamo pari, eravamo amici ed eravamo felici insieme.

Di conseguenza, molti dei miei giochi preferiti dall’era 8-bit e 16-bit erano quelli a due giocatori come NBA Jam, Sonic the Hedgehog 2 e soprattutto Contra. 

Il primo gioco che siamo riusciti a terminare!

Screen-Shot-2014-08-26-at-12.43.04-PM

 

  •  Console Wars ha uno stile molto “cinematografico”: sembra che fosse destinato a diventare un film fin dalla prima pagina! Come mai hai scelto questo approccio piuttosto di un impianto saggistico tradizionale?

I primi due anni della realizzazione di questo progetto si sono concentrati quasi esclusivamente sulla ricerca (piuttosto che sulla scrittura in sè).

Questo mi ha dato un sacco di tempo per pensare a come volessi presentare la mia storia e, durante questo processo, la cosa principale che mi ha colpito, al di là dei giochi e dei dati di vendita, erano le personalità degli individui in queste compagnie.

Per me la storia riguardava queste persone e come le loro idee, le loro ambizioni e le loro paure portarono a decisioni dietro le quinte che influenzarono la vita di milioni di altre persone.

Quindi divenne incredibilmente importante per me trovare un modo di catturare non solo il loro spirito, ma l’atmosfera stessa di queste compagnie – il modo in cui si mescolavano tutte queste personalità diverse – dato che ritengo che quelle dinamiche siano state fondamentali per tutto ciò che è successo in seguito.

L’unico modo per rendere loro giustizia e offrire un giusto tributo agli eroi di Sega Nintendo era scrivere una storia che portasse i lettori dentro ad una stanza con questi individui.

Quasi ogni persona con cui ho parlato ha descritto la propria esperienza come un’incredibile avventura, e ritenevo che fosse giusto permettere ai lettori di parteciparvi. Per farlo, avevo bisogno di raccontare una storia che fosse più di una mera raccolta di dati e numeri, e che sembrasse quasi una macchina del tempo per tornare nel passato.

Sonic-the-hedgehog_1

 

  • Cosa dovrebbero sapere i lettori sul “protagonista” di Console Wars, Tom Kalinske, prima di iniziare il libro?

I lettori dovrebbero sapere che si tratta del tipo più fico di sempre.

Più nello specifico, dovrebbero sapere che probabilmente Tom Kalinske ha avuto (insieme ai miei genitori) la maggior influenza sulla mia infanzia, e lo stesso si potrebbe dire di moltissime persone cresciute negli anni ’80 e ’90. Ha resuscitato le bambole Barbie e le macchinine Matchbox, e perfezionato He-Man e le Vitamine Masticabili  dei Flintstones.

Tom Kalinske ha l’incredibile abilità di trasformare idee bizzarre in marchi riconosciuti. Ed ecco perchè quando assunse il controllo di Sega nel 1990, in un’epoca in cui Nintendo dominava il 90% del mercato dei videogames, riuscì a  trasformare una barzelletta del settore in un leader in grado di influenzare una generazione.

tom-kalinske-1

 

  • 4) Stai lavorando a ben due differenti adattamenti del tuo libro: cominciamo col primo, un documentario! Cosa puoi dirci al riguardo? 

 La parte migliore del documentario per me, in quanto regista, è stata anche la peggiore per me in quanto scrittore: la storia viene raccontata interamente attraverso le parole dei nostri protagonisti (e anche tramite materiali d’archivio).

Quindi, in sostanza, c’è una mancanza di controllo sulla narrazione, ma è anche ciò che rende il documentario speciale e, a mio avviso, necessario. Non c’è niente di meglio di sedersi e ascoltare una storia raccontata da chi era davvero là.

E’ stata la mia parte preferita durante la scrittura del libro (tutte le interviste, gli incontri e le conversazioni via email), quindi in un certo senso il documentario può permettersi l’opportunità di condividere quell’esperienza con gli spettatori.

 

image00

 

  •  L’adattamento cinematografico con Seth Rogen e Ewan Goldberg sembra davvero promettente… come li avete coinvolti?

Il mio agente letterario, Julian Rosenberg, che ha curato ogni parte di questo progetto (libro, documentario e film) lo ha reso possibile.

Dopo aver inoltrato una bozza del progetto a Seth, Evan e James Weaver (l’altro principale produttore della Point Grey Pictures) io e Jonah Tulis (co-regista del documentario) saltammo a bordo di un aereo per Los Angeles nel gennaio 2012 e passammo un paio di ore a parlare di come questa incredibile storia avesse giocato un ruolo fondamentale per le nostre rispettive infanzie.

Inutile dirlo, facemmo centro!

 

"This Is The End" At The 5th Annual Summer Of Sony

 

 

  • Sei un regista e allo stesso tempo uno sceneggiatore: quali sono i tuoi film e romanzi preferiti, quelli che hanno inspirato la tua creatività?

Per quanto riguarda Console Wars, la mia più grande fonte di ispirazione è stato Il Trono di Spade. 

So che sembra un accostamento bizzarro, ma effettivamente rappresenta alla perfezione il senso di questa battaglia tra Sega e Nintendo.

Due differenti regni in lotta per la supremazia, ciascuno caratterizzato da differenti punti di forza e debolezza e, soprattutto, entrambi convinti di meritare di sedersi sul trono.

Il paragone è azzeccato soprattutto per Sony (e altre compagnie con grandi aspirazioni, come Atari, Electronic Arts, etc) perchè questi “personaggi secondari” non ritengono di esserlo, e il modo in cui passano da una fazione all’altra facendo avanzare la storia mi ha ricordato molti degli eventi raccontati nel Trono di Spade.

Non solo quel libro (o, davvero, l’intera serie) ha influenzato il mio approccio narrativo, ma ha anche arricchito il mio stile.

Adoro come George R.R. Martin sia abile nel risucchiare i lettori nel suo mondo e, se notate, la struttura dei suoi capitoli è molto simile a quella di Console Wars.

Sono scene cinematografiche con una ricca storia e un contesto incasellato tra dialoghi e immagini.

 Parlando di libri di business che mi hanno ispirato e aiutato lungo la via, le più grandi influenze sono state Moneyball (di Michael Lewis) e Miliardari per Caso (di Ben Mezrich).

I film nati da questi due libri hanno efficacemente presentato agli spettatori una sottocultura unica nel suo genere, una che a prima vista potrebbe non sembrare granchè godibile, e hanno trovato un modo per rendere la narrazione accattivante usando personaggi memorabili e il giusto ritmo.

 game-of-thrones-16bit-video-game_gp_1641891

 

Cosa pensi dell’attuale situazione di Nintendo all’interno dell’industria videoludica?

Sono rimasto colpito da due cose in particolare della Nintendo moderna: sono testardi oggi come allora, e sempre pronti ad alzare l’asticella della qualità. Inoltre, penso sia diventato facile prendersela con Nintendo oggigiorno. Specialmente visto il recente successo di Sony e Microsoft.

Ma Nintendo ha capito durante la lotta con Sega che il sentiero per la vittoria consisteva nel fare le cose a modo loro e non nel farsi trascinare in una guerra che non possono (o non vogliono) vincere.

Quindi, come la Disney, continuano a fare a modo loro e, finchè non smetteranno, sarò sempre un loro cliente fedele.

 

sega-genesis-does-nintendont

 

 

  • La guerra… la guerra non cambia mai. Cosa ne pensi della Console War odierna? Si tratta della storia che si ripete, o di uno scontro profondamente diverso dall’era Sega VS Nintendo?

La battaglia odierna condivide sicuramente qualche somiglianza con la guerra tra Sega e Nintendo ma la più grande differenza (e ciò che trovo affascinante dello scontro dell’epoca 16-bit) è che ha avuto luogo nel periodo del “Selvaggio West” dell’industria. Voglio dire, non esisteva nemmeno un’industria!

C’erano poche regole e non esistevano nè enti governativi da compiacere nè sistemi di rating da rispettare.

Ecco perchè, naturalmente, sia Sega che Nintendo si ritrovarono di fronte al Congresso degli Stati Uniti.

Oggigiorno le cose vanno molto diversamente. A causa di quello scontro a 16 bit nacque un’industria ed esistono unità e conformità impensabili per l’epoca. L’altra enorme differenza è che la posta in gioco è cambiata.

Negli anni ’90 bastava un milione di dollari per creare un gioco, il che permetteva agli sviluppatori di rischiare di più. Oggi, con budget paragonabili a quelli dei film blockbuster, il rischio è enorme ed è difficile distinguersi dalla concorrenza.

 

Seatown_Gameplay_MW3

 

 

  • Hai raccolto una mole impressionante di dati, informazioni ed interviste per Console Wars… di sicuro abbastanza per un ulteriore libro! Possiamo sperare di leggere un seguito ambientato dopo la storia di Kalinske? Magari un libro su Playstation VS Nintendo? 

Mi piacerebbe molto scrivere un sequel prima o poi. O anche un prequel!

Ogni singolo giorno dopo la fine della stesura del libro ho provato nostalgia per quel fantastico, affascinante mondo di videogames. Ma per ora devo concentrarmi sui film di Console Wars. Se dovessero andare bene, allora credo che il pubblico mainstream comincerà a guardare all’industria videoludica con l’ammirazione e la curiosità che merita.

 

nintendo_sega

 

  •  Cosa ti piacerebbe dire ai tuoi nuovi lettori e fan italiani?

Vorrei dire grazie, grazie, grazie. Anche se ho passato molti anni a fare ricerche e scrivere questo libro, riconosco di essere solo l’autore.

I veri eroi sono i personaggi che hanno vissuto questa storia e costruito un’industria che ha cambiato la vita di moltissime persone. Quindi il mio scopo è di svelare i loro sforzi e sono molto grato a tutti i lettori italiani che passeranno il loro tempo a conoscere queste persone affascinanti.

1503977_953486137996238_2592976742708623308_n

 

 

Questo è tutto, gente!

Ringraziamo ancora Blake Harris per la sua cortesia, e vi ricordiamo che Console Wars (che potete ammirare nella foto qui sopra) sarà disponibile in tutto il Belpaese a partire dal prossimo 26 marzo!

Cliccate qui per saperne di più… e preparatevi alla guerra!

Il Primo Attacco: La Fine della Trilogia di Halo!

halo-il-primo-attacco-front-cover

Dopo l’uscita delle nuove, fantastiche edizioni di Halo: La Caduta di Reach e Halo: Flood è tempo di concludere la Prima Trilogia con l’attesissimo Halo: Il Primo Attacco, in versione rivista, corretta e con una nuova veste grafica che farà la gioia di tutti gli appassionati!

Torna Eryc Nylund, affermato autore di fantascienza e guru della serie Halo, per raccontarci cosa succede tra gli eventi del videogame Halo: Combat Evolved (narrati anche in Flood) e quelli di Halo 2.

Il soldato Spartan noto come Master Chief ha inferto un duro colpo alle forze dei Covenant: Halo è stato distrutto, e con esso la minaccia che poneva nei confronti di ogni forma di vita senziente… ma a carissimo prezzo: migliaia di valorosi soldati dell’UNSC hanno sacrificato la propria vita per impedire al nemico di impadronirsi del terribile costrutto.

La battaglia tra Umani e Covenant, tuttavia, è ben lontana dall’essere finita.

L’azione si divide tra due fronti: nel primo, un gruppo di Spartan superstiti torna sulla superficie devastata di Reach, il loro pianeta natale, alla ricerca di un segreto in grado di ribaltare le sorti del conflitto.

Nel frattempo, Master Chief e l’Intelligenza Artificiale Cortana dovranno intercettare un’immensa flotta di navi Covenant dirette verso la culla della razza umana… il pianeta Terra!

halo-ilprimoattacco-3d-ita-low

La Prima Trilogia di Halo è senza dubbio la punta di diamante dei nostri Videogiochi da Leggere, e Il Primo Attacco di Nylund dimostra quanto il connubio tra letteratura e videogames possa dar vita a romanzi mozzafiato!

Questo terzo capitolo dedicato a Master Chief e compagni riprende con forza quanto già realizzato dai suoi due predecessori e dà vita ad una lettura appassionante, dotata di personaggi e trama finemente sviluppati e di sequenze d’azione incredibili.

Una vera manna per i fan del videogame creato da Microsoft e da Bungie, che (come nel caso di La Caduta di Reach) potranno leggere un’avventura inedita di Master Chief, ma anche per gli appassionati di fantascienza, che non potranno che amare l’universo in perenne conflitto descritto da Nylund.

Come ben sappiamo, Master Chief e Cortana hanno ancora parecchie avventure da raccontare… per ora siamo orgogliosi di potervi riproporre questa leggendaria Prima Trilogia!

Cliccate qui per scaricare un estratto tutto da leggere… Halo: Il Primo Attacco sarà disponibile nelle migliori librerie dal prossimo 29 marzo!

Scoprite i Segreti di Final Fantasy Type-0 HD!

ff-type0-hd-front

Rapido post di servizio per segnalare l’uscita di una nuova, sfavillante Guida Strategica Ufficiale!

Dopo la tripletta di fine 2014 composta da GTA V, Assassin’s Creed Rogue e Far Cry 4 abbiamo il piacere di annunciare un volume da collezione dedicato alla versione nextgen di Final Fantasy Type-0!

Rilasciato su PSP nel lontano 2011, il capolavoro action/RPG di Square Enix si prepara per un trionfale ritorno su Xbox One e Playstation 4 proprio questo mese… e noi ci prepariamo ad accoglierlo con un sontuoso hardcover di 336 pagine piene di consigli e spunti per tutti i giocatori!

La guida strategica di Final Fantasy Type-0 HD include:

 

  • Una litografia bonus stampata su carta ruvida di alta qualità.
  • Copertina rigida e finiture esclusive di grande valore collezionistico.
  • Un dettagliato walkthrough per completare il gioco al 100%.
  • Mappe categorizzate che indicano la posizione dei punti di interesse e di tutti i collezionabili.
  • Rassegna approfondita dei quattordici membri del party e suggerimenti per sfruttare appieno il potenziale di ciascun personaggio.
  • Descrizione completa di tutti i nemici.

ff-type0-hd

 

Grafica migliorata, quattro differenti livelli di difficoltà e numerosi costumi extra: queste sono solo alcune delle differenze rispetto alla precedente incarnazione portable di Final Fantasy Type-0, e la Guida Strategica Ufficiale sarà un preziosissimo alleato sia per veterani della serie che per chi si approccia a questo favoloso JRPG per la prima volta.

Scoprite insieme a noi i segreti della Classe Zero e del loro magico mondo a partire dal prossimo 20 marzo!

Pagina ... Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 Next